Abitare insieme
Pagina iniziale

Abitare insieme

“Abitare Insieme” è una struttura di Housing Sociale che accoglie donne, sole o con figli, che sono in una situazione di grave disagio economico-abitativo oppure che hanno positivamente concluso il loro percorso di accoglienza in strutture residenziali e necessitano di un ulteriore periodo di sostegno ed accompagnamento al raggiungimento di una sufficiente autonomia.

“Abitare Insieme” è in una villetta, situata nel comune di Brugherio, e consente di ospitare fino a 4 nuclei offrendo alcuni spazi privati ed alcuni in condivisione.                    

L’accompagnamento proposto dall’equipe e la convivenza di alcuni spazi e momenti con altre donne con storie di vita simili, consente ad ogni ospite di trovare sostegno nella ridefinizione delle proprie risorse e necessità, ed è da stimolo per intraprendere un percorso, definito e monitorato insieme agli operatori di riferimento, che ha quale obiettivo principale il raggiungimento della propria autonomia economica ed abitativa.

01. Chi accogliamo

Il servizio ha la possibilità di accogliere fino a 4 nuclei mamma bambino o donne sole.
Al Comune di Brugherio sono riservati alcuni posti in prelazione e alla Cooperativa Novo Millennio la possibilità di accogliere utenti da altre provenienze.

abitare insieme 01

02. Cosa offriamo

Un supporto socio/orientativo e all’occorrenza educativo, concordato con il Servizio inviante

La presenza degli educatori ha il compito di favorire una l’organizzazione del servizio e facilitare i meccanismi di convivenza. “Abitare Insieme” si pone l’obiettivo di:

  • far emergere la capacità di autogestione attraverso l’attivazione di risorse personali
  • stimolare la capacità di ricerca di risposte che può offrire il

Territorio

  • sostenere le relazioni socio-familiari

È possibile, qualora le singole situazioni presentassero problematiche particolari, che il coordinatore del Servizio e il Servizio

Sociale del Comune valutino un progetto specifico per l’ospite, prevedendo un maggior impegno educativo.

Abitare Insieme funziona 24/24 ore, 365 giorni l’anno. Gli educatori garantiscono nella struttura una presenza minima di 12 ore settimanali.

È garantita la reperibilità.

03. Come operiamo

Il periodo di permanenza nella casa varia da un minimo di 3 mesi ad un massimo di 12 mesi. È possibile poi una proroga di

6 mesi. Ciò prevede che sin da subito i Servizi Sociali segnalanti si attivino in funzione della dimissione.

La presenza di minori avrà una particolare attenzione.

Qualora sia necessario, può essere attivato l’intervento del volontariato per il supporto in attività di studio e di tempo libero.

Valutato e concordato l’inserimento del nucleo sono previsti: la condivisione della proposta educativa da parte dell’ospite, attraverso la sottoscrizione di un contratto. Un periodo di 40 giorni durante i quali verranno verificate l’adesione, la condivisione e la fattibilità del progetto.

Modalità, tempi e strumenti

Le modalità, i tempi e gli strumenti per raggiungere tali obiettivi generali, vengono tradotti e specificati nel

Progetto Individualizzato (PI).

La verifica del progetto in itinere si effettuerà ogni tre mesi insieme all’Assistente Sociale di riferimento.

A fianco dell’accompagnamento settimanale, da parte dell’equipe, come strutturato ed indicato nel PI, sono previsti incontri di monitoraggio del percorso con il coordinatore del servizio.

Tutta la documentazione verrà conservata sotto la responsabilità del Coordinatore.

Dimissioni e reinserimento sociale

Tutta la permanenza prevede una stretta collaborazione con il Servizio Sociale e in particolare la fase di preparazione alla dimissione ed al reinserimento sul territorio. E’ fondamentale, a questo scopo, il rafforzamento delle reti sociali costruite nel periodo di permanenza nel servizio, perché la persona, una volta dimessa, possa avere punti di riferimento ai quali potersi rivolgere.

04. Gli operatori

L’equipe, è formata da un coordinatore e 4 educatori che ruotano sul Servizio.
Sono previste riunioni d’equipe periodiche e un percorso di supervisione.
Il coordinatore è responsabile della verifica in itinere e delle progettualità legate al servizio; svolge funzioni di monitoraggio e controllo nella tutela delle persone accolte; si interfaccia con i Servizi Sociali Invianti sia nella fase di filtro sia per gli incontri di verifica congiunti; è garante delle linee progettuali del Servizio e del buon funzionamento dello stesso.
Gli educatori sono responsabili dell’intervento di accompagnamento a favore delle donne e dei minori accolti secondo gli obiettivi progettuali definiti (PI); hanno il compito di mantenere regolari momenti di scambio e confronto con gli operatori dei Servizi Sociali Invianti.

05. Lavoro di rete

Il Servizio opera in privilegiata collaborazione con il Servizio Sociale del Comune di Brugherio e con altri Servizi del Territorio in particolare i Servizi Sociali, la Caritas Decanale e altre strutture comunitarie (p.e. Comunità Casa Jobel). Vengono attivati rapporti con istituzioni e strutture che operano nelle aree relative a: lavoro – casa – scuola - tempo libero- sanità (NPI, UONPIA, CPS)

06. Come accedere

Per accedere è necessaria una segnalazione scritta da parte del Servizio
Sociale che contenga i dati significativi per procedere alla fase di filtro.
La proposta sarà valutata dall'equipe del servizio in collaborazione con il Servizio Sociale Inviante e sarà approfondita attraverso colloqui di conoscenza.
Non saranno ammesse persone in condizioni di dipendenza da sostanze o di conclamata patologia di tipo psichiatrico. Se nel corso del tempo dovessero verificarsi tali situazioni il progetto dovrà essere immediatamente interrotto.
Non è prevista l’acquisizione della residenza presso la struttura.
Non è prevista l’accoglienza in Pronto Intervento.

07. Retta

La retta è di euro 64,50 giornalieri + iva a norma di legge per nucleo mamma bambino.
Non è compreso il mantenimento (vitto).
Al Comune di Brugherio proprietario dell’immobile viene applicata una retta di euro 22,00 + iva di legge giornalieri (escluso vitto).

08. La struttura

Abitare Insieme ha sede in una villa su quattro livelli di proprietà del Comune di Brugherio ed è composta da 4 camere arredate; una cucina attrezzata a disposizione delle ospiti; 3 servizi; una taverna con servizio adibita a spazio comune; una terrazza e un box con lavanderia.

09. Come contattarci

La Coordinatrice Dott.ssa Paola Pagano è contattabile da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 18.00 al numero 338.5775638

E-mail paola.pagano@novomillennio.it

E-mail servizio:

housing@novomillennio.it

10. Dove siamo

Il servizio Progetto Abitare Insieme ha sede a Brugherio in via Dolomiti 20/G, in una villetta inserita in un contesto residenziale alle spalle di S. Maurizio al Lambro, tra Brugherio e Cologno Monzese.

La fermata dell’autobus più vicina, dista 700 m. dove fermano anche gli scuolabus del paese.

11. Qualità

Abitare Insieme si attiene alle indicazioni del DG D.d.u.o. 11 luglio 2011 n. 6317 e del DGR n. 2261 del 1/08/2014.
La procedura è in atto da vari anni perché richiesta dalla normativa UNI EN ISO 9001 legata alla certificazione di Qualità che la Cooperativa Novo Millennio ha ottenuto già nell’anno 2005.
La Cooperativa Novo Millennio, nella gestione dei dati e delle informazioni, si attiene a quanto previsto dalla vigente legge sulla privacy (D.L. 196/2003 e successive modifiche).